Sedazione Cosciente

24 Giugno 2022

La sedazione cosciente effettuata dal dentista è una tecnica ormai diffusa utilizzata per alleviare nel paziente particolarmente inquieto e fobico (in relazione a tutto ciò che ha a che fare con il dentista) l’ansia o la forte preoccupazione. In cosa consiste la sedazione cosciente? Può essere usata anche nei pazienti più piccoli? Si verificano effetti collaterali? Può essere pericolosa? Cercheremo di rispondere a tutte queste domande in modo che possiate farvi un’idea della potenzialità di questa tecnica. 

Sedazione Cosciente: definizione

La sedazione cosciente dal dentista, chiamata a volte anche sedo anestesia cosciente consiste nella somministrazione di alcuni farmaci utilizzati per indurre uno stato di rilassamento e serenità mantenendo il paziente comunque cosciente e collaborativo. Solitamente per la sedazione cosciente i farmaci utilizzati sono una miscela di ossigeno e protossido d’azoto che vengono inalati dal paziente attraverso una mascherina durante tutta la durata della seduta. 

Quando conviene utilizzare la sedazione cosciente dal dentista?

La sedazione cosciente non viene sempre utilizzata: di fronte a un paziente tranquillo e collaborativo, può bastare una semplice anestesia per liminare il dolore e procedere con il trattamento

In quali casi invece può rendersi opportuno per il dentista intervenire con la sedazione cosciente? 

L’utilizzo di questa tecnica è appropriato ogniqualvolta il dentista si trova di fronte a un paziente estremamente ansioso e non collaborativo. La tecnica infatti consente al paziente di superare i suoi forti timori che, in alcuni casi estremi (odontofobia), possono impedire all’individuo di sottoporsi alle necessarie cure dentali arrivando a peggiorare notevolmente la salute del cavo orale. La sedazione rende più collaborativo il paziente ritrovandosi come in un dormi veglia, in uno stato di semi incoscienza dove paura, ansia e stress sono ridotte al minimo o eliminate completamente. 

Anche di fronte a pazienti aventi seri problemi di salute come cardiopatie, ipertensioni o epilessia o altri casi in cui il paziente ha problemi cognitivi intellettivi (persone autistiche, iperattivi) la sedazione cosciente si può rivelare utile. 

È possibile utilizzare la sedazione in tutti i trattamenti dentali: dal trattamento della carie all’estrazione sino ad arrivare a interventi più complessi. 

Tu potresti servirtene? Contattaci, ti daremo tutte le informazioni necessarie!

Sedazione cosciente anche per i bambini?

I bambini soffrono molto il dentista, hanno paura del camice bianco e per quanto un odontoiatra sia affabile e simpatico, l’attrezzatura dentistica impaurisce gli adulti, figuriamoci i bambini. La sedazione cosciente dal dentista è adatta anche per i bambini, per tutti quei bambini ansiosi e paurosi che non si dimostrerebbero collaborativi. 

La sedazione cosciente nei bambini non è affatto pericolosa: non presenta controindicazioni in quanto non entra in circolo nell’organismo. È una procedura per inalazione che non causa dolore.

In alcuni casi la sedazione cosciente dentista non è risultata efficacie per i bambini che avevano meno di 4 anni. 

Possono esserci effetti collaterali nella sedazione cosciente

Questa tecnica, come in parte abbiamo già detto, viene somministrata attraverso l’inalazione di una miscela non tossica e che non entra nel circolo dell’organismo ma viene smaltita attraverso la respirazione quindi la sedazione cosciente dal dentista non ha effetti collaterali

Esistono casi eccezionali, che non sono la norma, in cui occorre avvertire il dentista prima della somministrazione. Per esempio se si soffre di patologie respiratorie come il raffreddore o un’otite oppure se si stanno assumendo dei farmaci che potrebbero in un qualche modo causare sinergie e modificare l’effetto della sedazione. Ogni caso è a sé quindi è bene informare il dentista prima della somministrazione. 

In alcuni pazienti, nonostante la sedazione sia innocua, ha provocato una leggera sensazione di vomito o di nausea. Per evitare tale sgradevole sensazione è bene non mangiare almeno nelle due ore precedenti la seduta.  

La sedazione cosciente dentistica, dunque, può essere uno strumento davvero utile per intervenire su tutti quei pazienti che soffrono di forti fobie e ansie rendendolo collaborativo e riducendo lo stress e timori.

Posted in Uncategorized