Denti storti – 9 rimedi

26 Luglio 2016
allineatore estetico come rimedio per evitare l
Vota questa pagina
Avere i denti storti porta spesso molti pazienti a ricercare dei rimedi, a volte naturali (improbabili) o comunque alternativi all’installazione di un apparecchio fisso che ormai, nella cultura di massa, non viene facilmente accettato sia per un discorso funzionale che per un discorso estetico. Posto che abbiamo già approfondito il tema in questo altro articolo, ecco una sintesi di 9 punti da tenere a mente se si vuole evitare di storcere i denti o rimediare ad un allineamento dentale già compromesso.

I 9 RIMEDI SENZA APPARECCHIO PER I DENTI STORTI

RIMEDIO N°1 PER I DENTI STORTI – DORMIRE BENE

Dormire bene è senz’altro uno dei primi rimedi ai denti storti. Riposare in posizione prona favorisce la pressione sulle arcate dentali e può quindi compromettere un corretto allineamento. Quest’abitudine vale sia per i più piccoli che per  i più grandi, ed è particolarmente importante se si è già portato un apparecchio e non si indossa, mentre si dorme, una mascherina di contenimento.

RIMEDIO N°2 PER I DENTI STORTI – INDOSSARE UNA MASCHERINA CONTENITIVA

Se si è portato un apparecchio in passato, è importante mantenere la corretta posizione dei denti indossando una mascherina contenitiva quando si dorme. Se non la si indossa, per una naturale movimentazione dell’arcata dovuta a molteplici fattori, in poco tempo, anche solo alcuni anni, diversi denti potrebbero spostarsi dalla loro naturale posizione, sia lateralmente che verso l’interno o l’esterno della bocca

RIMEDIO N°3 PER I DENTI STORTI – NON INFILARSI LE COSE IN BOCCA

Vale ovviamente per i bambini, ma talvolta è giusto ricordarlo anche ai più grandi che sovente hanno abitudini scorrette come mangiarsi le unghie o tenere in bocca tutto il giorno penne o simili oggetti che, di certo, non aiutano la dentatura a permanere nella sua posizione originale. Ovviamente, tutte queste abitudini sbagliate devono essere perpetuate nel tempo prima di vederne gli effetti indesiderati, ma è indubbio che, specialmente per i più piccoli abituati a interagire spesso con oggetti come ciucci o biberon per diversi anni oltre il loro logico utilizzo funzionale, queste pressioni esercitate sull’arcata possono a lungo termine modificarne l’inclinazione corretta.

RIMEDIO N°4 PER I DENTI STORTI – SOSTITUIRE I DENTI MANCANTI

Quando si perde un dente, per esempio a seguito di un’incidente, un trauma o un’estrazione effettuata dal dentista, è opportuno riempire lo spazio lasciato dal dente mancante con un impianto. Rimandare questa operazione può permettere ai denti di “muoversi” in direzione dello spazio lasciato, compromettendo così l’equilibro posizionale dell’arcata e l’estetica del sorriso.

RIMEDIO N°5 PER I DENTI STORTI – RIMUOVERE IL DENTE DEL GIUDIZIO (QUANDO NECESSARIO)

Il principio alla base è lo stesso del precedente. Occorre rimuovere il dente del giudizio se non c’è spazio nell’arcata e se durante o dopo la crescita esercita pressione sui denti circostanti, spostandoli dalla loro originale sede corretta.

RIMEDIO N°6 PER I DENTI STORTI – SCEGLIERE UN BUON ORTODONTISTA

Scegliere un buon ortodontista è alla base dei rimedi ai denti storti se si vuole evitare di utilizzare un apparecchio fisso, comunque efficiente, per diversi anni. Presso il nostro studio, se lo desideri, è possibile effettuare una prima visita di controllo gratuita necessaria al fine di valutare correttamente lo stato della tua salute boccale.

RIMEDIO N°7 PER I DENTI STORTI – APPARECCHIO FISSO INVISIBILE

Si tratta del classico apparecchio così come lo conosciamo, composto però da bracket in porcellana e fili ortodontici praticamente invisibili collocati sulla facciata esterna dell’arcata. Potrebbe trattarsi di un buon rimedio, destinato in ogni caso a durare almeno per 6 mesi e a compromettere, almeno in minima parte, la funzionalità della bocca. Si rende infatti necessaria una più corretta igiene e pulizia dentale. L’apparecchio è peraltro fisso e non può essere rimosso in nessuna occasione.

RIMEDIO N°8 PER I DENTI STORTI – L’ESPANSORE PALATALE

Non si tratta di un apparecchio bensì di uno strumento, utilizzabile solo dai ragazzi fino ai 15 anni circa, applicato al palato e collegato alle arcate. Serve per modellare l’osso mascellare (malleabile solo nei primi anni di vita), i tessuti e le muscolature della bocca al fine di creare maggiore spazio per i denti già nati e nascenti.

RIMEDIO N°9 PER I DENTI STORTI – APPARECCHIO MOBILE INVISIBILE

E’ forse il rimedio per eccellenza ai denti storti. Che costituisca apparecchio o meno è facile intuirlo, data la sua natura mobile e temporanea. Si tratta infatti di mascherine invisibili da posizionare sull’arcata da “raddrizzare”. Gli allineatori sono composti da un materiale speciale, sono completamente trasparenti e vanno indossati di giorno e di notte, ad eccezione dei pasti. Alla pari di qualsiasi apparecchio necessitano di una corretta igiene dentale, ma permettono di mantenere un sorriso bello e naturale durante tutta la durata del trattamento, oltre ovviamente ad evitare tutti i fastidi tipici della masticazione con un apparecchio fisso. Le mascherine vengono sostituite regolarmente sulla base della movimentazione delle arcate, al fine di raggiungere, gradualmente, il corretto posizionamento dei denti. Questa tipologia di rimedio che evita di ricorrere all’apparecchio fisso è stata utilizzata ormai da milioni di persone nel mondo e costituisce forse il futuro dell’odontoiatria moderna. Può avere un costo variabile, comunque mai inferiore ai 2.000€. Se vuoi saperne di più o semplicemente capire se la tua situazione dentale ti consente di utilizzarlo, prendi un appuntamento per ricevere una consulenza in merito.  
Posted in News